Modalità di Accesso

Il Centro R.Ed.U.L.Co., in qualità di ente privato che svolge un pubblico servizio, eroga terapia riabilitativa sia a livello pubblico (senza oneri a carico degli utenti), sia a livello privato (dietro corrispettivo per le prestazioni da parte dell’utenza).

Le richieste di accesso al servizio privato vengono presentate, tramite colloqui personali, esclusivamente dai genitori del minore o da chi ne esercita la potestà genitoriale, ed agli stessi vengono fornite le informazioni relative alle diverse tipologie di attività del Centro, nonché a quanto necessario per la presa in carico.

Il Centro R.Ed.U.L.Co. può orientare, verso servizi sociosanitari competenti, le famiglie le cui necessità riabilitative non appartengano all’ambito del servizio.

L’accesso in regime di accreditamento avviene attraverso la selezione progressiva del nominativo presente nella lista di attesa centralizzata predisposta dalla ASL 3 Genovese.

La famiglia del minore viene contattata per dichiarare la propria adesione alla presa in carico. Nel caso in cui non fosse disponibile, o si fosse già impegnata presso altra struttura, la famiglia dovrà comunicare al Centro il rifiuto e sarà provveduto alla segnalazione con conseguente cancellazione dalla lista di accesso al Centro; anche l’accettazione di inserimento sarà segnalata sulla lista centralizzata, in attesa di definitiva autorizzazione della Azienda Sanitaria.

La famiglia che accetta l’inserimento sarà immediatamente convocata per effettuare la prima visita con il
Direttore Medico. Successivamente la Segreteria di Direzione Medica procederà alla assegnazione dell’orario e degli operatori per la fase riabilitativa.

Criteri di Accesso

Per la presa in carico in regime di accreditamento, i criteri per l’inserimento nella lista centralizzata di attesa sono stabiliti dalla Azienda Sanitaria che quindi è l’unica deputata alla sua generazione e gestione; il Centro R.Ed.U.L.Co., quando si trovi nella disponibilità di spazi riabilitativi per le aree richieste, attinge da tale lista i nominativi resi disponibili.

Contestualmente, si segnala la possibilità di usufruire, se interessati, delle terapie erogate privatamente.
I nominativi degli utenti interessati, che richiedono spontaneamente terapia privata, non intendendo usufruire del trattamento in convenzione, vengono inseriti nella lista di accesso privati.
La chiamata segue un percorso a sé stante, fermo restando il criterio di base dell’ordine cronologico.

Schema Modalità d’Accesso

Accesso al Servizio

Per avere accesso ai servizi, la famiglia si rivolge direttamente alla Assistenza Consultoriale ASL, nella quale il paziente viene valutato ed inserito in lista di attesa per il Centro REDULCO o per uno degli altri Centri accreditati.

Presa in Carico

L’accoglienza dell’utente è curata dall’Ufficio relazioni con il pubblico che provvede a fornire informazioni sui metodi procedurali e le competenze dei servizi interni, illustra il regolamento del servizio ed è a disposizione per ogni chiarimento che possa essere necessario alla famiglia dell’utente.

Erogazione dei Servizi Riabilitativi

Il Direttore Medico identifica, sentito il Responsabile della pianificazione della terapia riabilitativa, i Tecnici cui assegnare il caso.

L’individuazione dei terapisti avviene in funzione del miglior abbinamento possibile tra caratteristiche del bambino e risorse disponibili. Il Responsabile della pianificazione organizza l’orario di riabilitazione riportandolo sul modulo orario assegnato e lo comunica alla famiglia.

L’ufficio URP avrà cura di far sottoscrivere alla famiglia il regolamento di servizio per utenti e familiari.

Definizione del Profilo Funzionale e del Progetto Riabilitativo

Una volta avviato il percorso riabilitativo, il terapista somministra i test previsti dal protocollo “profilo funzionale” ed inizia ad effettuare il profilo (profilo logopedico, psicomotorio, cognitivo, psicoeducativo), definendo la valutazione iniziale per impostare gli obiettivi dell’intervento nelle diverse aree (singoli programmi riabilitativi) e gli strumenti.

Il Direttore Medico, sulla base delle singole valutazioni predisposte, completa il Progetto Riabilitativo riportando: diagnosi clinica; compromissioni e abilità.

Viene inoltre riportato per singola area di intervento il nome dell’operatore ed il numero dei trattamenti.

Il Progetto Riabilitativo così completato viene approvato dal Direttore Medico e messo così a disposizione di tutto il personale di riabilitazione.

TOP

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per ottimizzare la navigazione e i servizi offerti.
Cliccando il pulsante accetta acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Potrai modificare di nuovo le tue preferenze cliccando sul link che troverai nel footer.
Per informazioni sui cookie utilizzati in questo sito visita la nostra pagina Cookie Policy.